Zone ambientali francesi a traffico limitato

Immagine: inizio e fine di una zona ambientale a traffico limitato ZCR

In Francia le zone ambientali a traffico limitato vengono denominate “Zones à Circulation Restreinte” o “ZCR”, anche se ZCR è meno utilizzato.
Con questo termine si indica un'area caratterizzata da una “circolazione limitata”, un concetto che comunque non fa pensare direttamente ad una zona ambientale.
L'istituzione delle zone ambientali a traffico limitato è competenza dei singoli Comuni francesi ed è regolata dal decreto nazionale Décret ZCR 2016-847 del 28/06/2016.

Per poter transitare nelle zone ambientali a traffico limitato istituite dai Comuni francesi, occorre avere uno dei 6 bollini Crit'Air. Ogni Comune può stabilire quali classi Crit'Air possono accedere ad una zona ambientale a traffico limitato e in quali fasce orarie, affiggendo un cartello aggiuntivo sotto quello che segnala la ZCR stessa. Su questo cartello sono indicati i giorni e gli orari durante i quali è possibile accedere alla zona ambientale, se in possesso del bollino Crit'Air.
Le zone ambientali a traffico limitato comporterebbero anche ulteriori vantaggi, come ad esempio l'utilizzo di parcheggi riservati. Anche questo, però, deve essere stabilito dal singolo Comune francese.

Attualmente l'accesso ad una zona ZCR è consentito a tutti i veicoli delle 6 classi Crit'Air. Tuttavia la situazione cambierà nei prossimi anni, in quanto i singoli Comuni limiteranno le classi che potranno accedere alla zona, affiggendo ulteriori cartelli riportanti le restrizioni o diffondendo la notizia tramite i media. Si ipotizza, ad esempio, che a Parigi, in caso di maltempo, nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 20 potranno circolare solo i veicoli appartenenti alle classi Crit'Air dalla 0 alla 4.