Choose your language:
Italiano
Čeština
Dansk
Deutsch
English
Español
Français
Nederlands
Polski
Choose a language Choose a language

Zona ambientale Valle dell'Arve ZPA - Francia

I livelli di polveri sottili, ossidi di azoto e ozono possono influire sulla validità dei bollini ambientali.
Visualizza le informazioni relative alla validità attuale e futura dei bollini.

Validità dei bollini oggi, 18/09/2018.

Non c'è nessun preallarme.

Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso alla zona è ancora consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Nessuna restrizione. L'accesso è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso alla zona è ancora consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso alla zona è ancora consentito.
Non motorizzato
Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso è consentito.
Motocicli

Veicoli a due o tre ruote e quadricicli leggeri

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Trasporto di persone

Veicoli per il trasporto di persone con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Trasporto di merci

Veicoli per trasporto di merci con almeno 4 ruote

Attualmente l'accesso è consentito.
Attualmente l'accesso alla zona è consentito.
Veicoli agricoli o forestali

Veicoli agricoli o forestali

Attualmente l'accesso è consentito.
L'accesso è ancora consentito.

La zona a tutela dell’aria ZPA della Valle dell’Arve

Il 09.05.2017, la Prefettura del Dipartimento dell’Alta Savoia (Annecy) ha firmato un’ordinanza, nella quale si comunica l’introduzione del bollino Crit’Air all’interno della Valle dell’Arve, in vigore dal 01.01.2018.
Tale misura colpirà duramente il traffico di autocarri di peso superiore alle 7,5 tonnellate nelle Alpi francesi, tra Ginevra, Chamonix e l’Italia, principale responsabile dell’elevata concentrazione di inquinanti atmosferici nella valle del fiume Arve.
L’ordinanza n°DDT 2017-103 del 09.05.2017 stabilisce l’entrata in vigore della zona ambientale dal 01.09.2017 e l’applicazione di divieti di circolazione per determinate classi EURO. Dal 01.01.2018, questi divieti di circolazione sono controllati tramite il bollino Crit’Air. Il prefetto competente determina se la zona a tutela dell’aria (ZPA) deve essere attivata non appena i valori degli inquinanti raggiungono livelli troppo elevati.

Divieti di circolazione dipendenti dall’inquinamento atmosferico
Il divieto di circolazione si applica solo agli autocarri di peso superiore alle 7,5 tonnellate, sprovvisti di un bollino Crit’Air o muniti di una classe di bollino insufficiente, e quindi non sono autorizzati a circolare in caso di un picco di inquinamento atmosferico permanente. Ciò escluderebbe quindi la classe di bollino 5 dalla circolazione nella zona. Un elenco di autocarri non interessati da queste restrizioni può essere trovato alle pagine 4-7 dell’ordinanza, che è disponibile qui in francese. In base ai dati delle autorità, questa misura non si applica ancora al traffico degli autoveicoli.

I confini della zona ambientale ZPA di Valle dell'Arve

La Valle dell'Arve con il fiume Arve

La misura interesserà 41 città e comuni, inclusi nel piano a tutela dell'aria della Valle dell'Arve del 2012 e dislocati per circa 80 km lungo il corso del fiume Arve, tra il comune di Contamine-sur-Arve, allo svincolo autostradale A40/A410, e la zona della fonte dell'Arve, dietro la frazione di Argentière (comune Le Tour).
Il traffico stradale colpito dalla zona ambientale sarà limitato tra lo svincolo autostradale A40/A410 sull'autostrada A40 fino a La Fayet, proseguendo sulla N205 fino alla diramazione del traforo del Monte Bianco, così come sulla N1506 in direzione Chamonix e Argentière.

L’A40 proveniente da Ginevra è anche il tratto principale che conduce al traforo del Monte Bianco e alle città italiane di Torino e Milano, passando per La Fayet e per la strada statale N205.
Inoltre ricordiamo che il ministro dell'ambiente francese, Ségolène Royal, ha altresì avviato un dialogo con il governo italiano per ribadire la volontà da parte della Francia di istituire sull'intera N205 (quindi anche al di là dell'Arve, da Pelerins fino al traforo del Monte Bianco) una zona a tutela dell'aria. Questo colpirebbe tutto il traffico da e verso l'Italia e non ci sarebbe nemmeno un percorso alternativo.
Un elenco dei comuni interessati è disponibile qui.

L'autostrada A40 che costeggia la Valle dell'Arve è una delle strade più trafficate tra l'Europa del Nord e l'Italia. Questa autostrada conduce al traforo del Monte Bianco, attraversato quotidianamente da ca. 5000 autocarri. La conformazione del territorio della Valle dell'Arve, racchiusa nel cuore delle elevate vette alpine, favorisce la concentrazione di polveri sottili, che a causa dell'assenza di vento restano bloccate nella vallata compromettendone così la qualità dell’aria.

Tabella riassuntiva della zona ambientale

Nome della zona ambientale:
Zona ambientale Valle dell'Arve ZPA - Francia
Zona ambientale annunciata il:
23/02/2017
Zona ambientale in vigore dal:
01/09/2017
Tipo di zona ambientale:
Zona a tutela dell'aria dipendente dalle condizioni meteorologiche, attivata dopo una fase di preallerta, se i valori degli inquinanti superano, ad esempio, un livello di > 50 µg/m³ delle polveri sottili ed in seguito alla decisione del prefetto nel caso di un picco di inquinamento (> 80 µg/m³ delle polveri sottili).
Obbligo attuale del bollino:
Camion (N2) e Autocarro pesante (N3) Dipendente dalla durata e dall’intensità del picco di inquinamento atmosferico per autocarri di peso superiore alle 7,5 tonnellate.
Classi di bollino autorizzate dal 01/01/2018 :
Classe E, Classe 1, Classe 2, Classe 3, Classe 4, Classe 5 e Nessun bollino Crit'Air (classe più pulita = E ed 1).
Ulteriori restrizioni per le classi di bollino autorizzate:
Obbligo del bollino per gli autocarri di peso inferiore alle 7,5 tonnellate. Non sono previste attualmente misure restrittive per gli autobus, i veicoli commerciali leggeri, i veicoli a due o tre ruote ed i quadricicli leggeri.
Divieti di circolazione (temporanei):
Autocarri di peso superiore alle 7,5 tonnellate delle categorie EURO 0, 1, 2, 3, e senza una classe di bollino Crit’Air sufficiente, a seconda del livello e della durata dell’inquinamento atmosferico.
Divieti di circolazione (permanenti):
attualmente non noti
Sanzioni:
68-375 Euro.
Territorio/ estensione della zona ambientale:
La zona ZPA della Valle dell’Arve interessa 41 città e comuni dislocati per circa 80 km lungo il corso del fiume Arve, tra il comune di Contamine-sur-Arve, allo svincolo autostradale A40/A410, e la zona della fonte dell’Arve fino a Vallorcine. Il traffico stradale colpito dalla zona ambientale sarà limitato tra lo svincolo autostradale A40/A410 sull’autostrada A40 fino a La Fayet, proseguendo sulla N205 fino alla diramazione del traforo del Monte Bianco, così come sulla D1506 in direzione di Chamonix e Vallorcine.
Particolarità:
La zona ZPA della Valle dell’Arve si trova anche nella zona ZPAd dell’Alta Savoia. Per tale motivo, nel caso di livelli più elevati di inquinamento atmosferico, potrebbero essere applicate anche le regole della zona dipartimentale (ZPAd), sostituendo così le regole della zona ZPA della Valle dell’Arve.
Contatto zona ambientale e deroghe:
attualmente non note
Richiedi qui il bollino Crit'Air francese per le zone ambientali a traffico limitato (ZCR/ZPA) in Francia

 

 

.